Iubenda logo
Inizia la generazione

Documentazione

Indice dei contenuti

Vantaggi e agevolazioni della startup innovativa nel 2021

Quali sono i vantaggi della costituzione di una startup innovativa?

Se intendi costituire o trasformare la tua società in una startup innovativa devi sapere che esistono diversi vantaggi e motivi per procedere sia in sede di costituzione che successivamente. Infatti sono presenti facilitazioni burocratiche e fiscali per l’iscrizione al Registro delle Imprese, maggiore flessibilità nella gestione societaria e di assunzione, possibilità di finanziamento tramite crowdfunding, facilitazioni nell’accesso al credito bancario e molto altro ancora.

Quali sono i vantaggi in sede di costituzione?

In sede di costituzione potrai giovare dell’esenzione di imposta di bollo e segreteria per l’iscrizione al Registro delle Imprese in quanto le startup innovative in forma di SRL sono esenti dal pagamento dei diritti di segreteria e del diritto annuale alla Camera di Commercio di riferimento. Il risparmio è di circa 220 euro all’anno (il valore cambia di anno in anno). L’esenzione è dipendente dal mantenimento dei requisiti previsti dalla legge per l’acquisizione della qualifica di startup innovativa e dura comunque non più di 5 anni (termine massimo per il mantenimento dello status di startup innovativa).

Quali sono i vantaggi dopo la costituzione?

Dopo la costituzione i vantaggi sono ancora di più:

  • Incentivi alle assunzioni: per le startup innovative è estesa la possibilità di assumere a tempo determinato. I contratti possono avere durata tra i 6 e i 36 mesi. Una volta raggiunti i 36 mesi, è possibile rinnovare i contratti per altri 12 mesi. Al termine di questi è necessario assumere a tempo indeterminato il proprio dipendente, se si vuole continuare a collaborare.
  • Agevolazioni fiscali per chi investe in startup innovative: alle persone fisiche che investono o hanno investito in startup innovative nell’anno 2020 è riconosciuta una detrazione a fini IRPEF (ovvero calcolata sul reddito) pari al 50% della somma investita per un valore massimo di investimento pari a 100.000 di euro. Oltre tale soglia di investimento è prevista una detrazione pari al 30% fino ad un importo massimo di 1.000.000 di euro. Se invece è una società (persona giuridica) ad investire in una startup innovativa, anche questa gode di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% per un importo di investimento massimo pari a 1.800.000 di euro.
  • Smart&Start: programma di finanziamento pubblico agevolato per progetti d’investimento presentati da startup innovative che prevedono programmi di spesa di importo compreso tra 100 mila e 1,5 milioni di euro, che copre fino all’80% della spesa sostenuta dalla startup, con una maggiorazione al 90% per le imprese a maggioranza femminile o giovanile. Se le startup innovative destinatarie sono localizzate nel Mezzogiorno, il 30% del finanziamento è concesso a fondo perduto.
  • Incentivi al crowdfunding ovvero la facoltà di offrire al pubblico quote di partecipazione in startup innovative costituite in forma di SRL, consentendo di facilitare l’accesso al capitale.
  • Incentivi al work for equity: facoltà di deroga al divieto assoluto di operazioni sulle proprie partecipazioni qualora l’operazione sia effettuata in attuazione di piani di incentivazione che prevedano l’assegnazione di strumenti finanziari a dipendenti, collaboratori, componenti dell’organo amministrativo o prestatori di opere o servizi, anche professionali (stock option e work for equity).
  • Accesso diretto al Fondo di Garanzia: facilita l’accesso al credito fornendo una garanzia sui prestiti bancari. La garanzia copre il prestito fino ad un valore dell’80% di questo.
  • Facoltà di estendere di dodici mesi il periodo di “rinvio a nuovo” delle perdite: (dalla chiusura dell’esercizio successivo alla chiusura del secondo esercizio successivo) e, nei casi di riduzione al di sotto del minimo legale, di consentire il differimento della decisione sulla ricapitalizzazione entro la chiusura dell’esercizio successivo.
  • Facoltà di utilizzare anche per le startup innovative costituite in forma di SRL istituti ammessi solo nelle SpA: in particolare la possibilità di creazione di categorie di quote anche prive di diritti di voto o con diritti di voto non proporzionali alla partecipazione, o l’emissione di strumenti finanziari partecipativi.

Se ho già costituito una SRL ordinaria o SRLS come posso accedere ai vantaggi della startup innovativa?

Anche se hai già costituito una società di capitali puoi ottenere lo status di startup innovativa e beneficiare dei relativi vantaggi.
La procedura di trasformazione consiste nella verifica dei requisiti fondamentali e nella produzione dei documenti richiesti dalla Camera di Commercio. Inoltre, iubenda ti assisterà nella scelta di almeno uno dei 3 requisiti aggiuntivi previsti dalla legge: spese in ricerca e sviluppo, personale qualificato o titolarità di brevetto/privativa industriale.

Inizia il processo di richiesta dello status di startup innovativa cliccando qui.

Vuoi costituire una startup innovativa?

Basta meno di un minuto per scoprire se rispetti i requisiti

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Il nostro team di supporto è a tua disposizione per ogni richiesta o necessità di chiarimenti. In più puoi sempre partecipare a uno dei nostri webinar settimanali o prenotare una telefonata senza impegno.

Leggi anche