Documentazione

Indice dei contenuti

Come verificare la validità di una firma digitale apposta su un documento

Per verificare la validità di una o più firme digitali apposte su un documento, scarica il software Dike 6 di InfoCert in versione gratuita.

Una volta scaricato ed installato, apri Dike e segui le istruzioni in basso:

  • muovi il mouse sul riquadro “Verifica” e fai click su “Verifica”;
  • seleziona ed apri il file da verificare;
  • la verifica viene eseguita in automatico nel giro di alcuni secondi, al termine dei quali visualizzerai una pagina con il resoconto;
  • la pagina di riepilogo deve riportare l’elenco dei nomi e cognomi di tutti i sottoscrittori del documento, con accanto un simbolo verde a conferma della corretta apposizione della firma digitale.

In particolare, Dike riporterà la dicitura “Firmato da MARIO ROSSI – La firma è stata verificata correttamente”. Se invece uno o più nominativi sono affiancati da una croce rossa, la procedura di sottoscrizione non è andata a buon fine, ed è dunque necessario ripeterla.

Attenzione: se stai verificando le firme digitali apposte sui documenti necessari a costituire una startup innovativa online in forma di Srl, assicurati inoltre che l’estensione di ogni file sottoscritto sia sempre “.p7m” (ad esempio, il file ATTO.XML contenente l’atto costitutivo deve presentarsi come ATTO.XML.p7m).

E se volessi verificare anche la presenza di una marca temporale associata alla firma digitale?

La procedura è la stessa descritta poc’anzi, con l’unica differenza che – al termine della verifica – dovrai assicurarti che per ogni nominativo Dike riporti la seguente dicitura: “Firmato e marcato da MARIO ROSSI – La firma e la marca sono state verificate correttamente”.

Anche in questo caso se stai verificando i documenti necessari alla costituzione online di una startup innovativa l’estensione del file firmato e marcato deve essere sempre “.p7m”, ad esempio STATUTO.XML.p7m.

Possibili cause di malfunzionamento nell’apposizione della firma digitale o nella procedura di verifica

Se la verifica dà errore, accertarti innanzitutto che il file presenti la giusta estensione. Ti ricordiamo che nel caso di documenti firmati (ed eventualmente marcati) per costituire una startup innovativa online, la giusta estensione è “.p7m”. Se l’estensione non è corretta, è necessario ripetere la procedura di sottoscrizione.

Se l’esito della verifica è negativo ma l’estensione è corretta, il problema potrebbe essere legato alla denominazione del file, o della cartella in cui il file si trova. In particolare, il nome del file o della cartella in cui il file si trova non deve contenere lettere accentate o altri caratteri speciali.

Rimuovi quindi gli eventuali caratteri speciali e ripeti la verifica. Se la verifica continua a dare esito negativo, è necessario ripetere la sottoscrizione accertandosi che anche al momento dell’apposizione della firma digitale e dell’eventuale marca temporale i nomi dei file e delle relative cartelle non contengano caratteri speciali.

Se quanto sopra non ti è di aiuto, come ultima verifica assicurati che ogni sottoscrittore stia seguendo nel dettaglio le istruzioni per apporre firma e marca. Se anche a seguito di questa verifica continui ad avere problemi, contattaci per ulteriore assistenza.