Iubenda logo
Inizia la generazione

Documentazione

Indice dei contenuti

Google Consent Mode: come gestire i cookie pubblicitari e statistici

Google Consent Mode è un framework che consente alle aziende di adattare le operazioni del proprio sito web in linea con le scelte di consenso degli utenti, in conformità a normative come il GDPR dell’UE. In sostanza, trasmette i segnali di consenso dal cookie banner di un sito web a Google, assicurando il pieno rispetto delle preferenze utente per quanto riguarda la condivisione dei dati personali per finalità pubblicitarie, incluse la misurazione e la personalizzazione.

Quando gli utenti prestano il consenso, Google utilizza questi dati per ottenere informazioni e statistiche dettagliate. Invece, quando gli utenti negano il consenso, Google limita l’uso di cookie e identificatori per tutelare la loro privacy. La cosa importante è che, anche senza il consenso ai cookie pubblicitari, Google Consent Mode è comunque in grado di estrapolare informazioni approfondite tramite la modellazione delle conversioni. Questo metodo si basa sull’apprendimento automatico per analizzare i percorsi e i trend degli utenti, offrendo più opportunità di recuperare conversioni nel pieno rispetto delle preferenze utente.

Quando un utente visita un sito web che ha implementato Google Consent Mode, il sito web invia una richiesta a Google per determinare se l’utente ha dato il consenso per specifici tipi di cookie e tecnologie di tracciamento. Google risponde quindi con un segnale di “stato del consenso”, che indica se l’utente ha prestato il consenso o meno.

In caso positivo, il sito può caricare i cookie e le tecnologie di tracciamento come al solito.

In caso negativo, Google Consent Mode permette al sito web di disabilitare i cookie e le tecnologie di tracciamento oppure di modificarli per ridurre la quantità di dati raccolti. In questo modo, il sito web può continuare a funzionare rispettando le preferenze relative alla privacy dell’utente.

Quando un utente non presta il consenso ai cookie pubblicitari o statistici, Google Consent Mode regola il comportamento dei tag di Google pertinenti in modo da non leggere o scrivere cookie per tali finalità. Di conseguenza, può crearsi un vuoto nelle misurazioni degli inserzionisti e nella visibilità dei percorsi utente sui loro siti.

Per risolvere questo problema, Google offre la modellazione delle conversioni che, basata sull’apprendimento automatico, analizza i dati osservabili e i trend nel tempo, quantificando la relazione tra gli utenti che hanno prestato il consenso e quelli che l’hanno negato. In questo modo è possibile valutare i percorsi di attribuzione per gli utenti che non hanno dato il consenso, creando una visione più completa e precisa della spesa per la pubblicità e dei risultati nel rispetto delle scelte di consenso degli utenti.

🔎 Ulteriori informazioni sulla modellazione delle conversioni

Informazioni sulla modellazione di Google Consent Mode
Fonte: Google

Consent Mode ha introdotto due impostazioni di tag specifiche dette ad_storage e analytics_storage per gestire i cookie con finalità pubblicitarie e statistiche per gli inserzionisti che utilizzano Global Site Tag o Google Tag Manager.

Queste due impostazioni permettono di personalizzare il comportamento dei tag di Google prima e dopo le decisioni di consenso degli utenti, così gli inserzionisti possono misurare in modo più efficace le conversioni rispettando le scelte degli utenti per i cookie pubblicitari e statistici.

Con queste impostazioni puoi indicare se è stato prestato il consenso per i cookie pubblicitari e statistici. Dopodiché, i tipi di consenso ad_storage e analytics_storage di Google si adatteranno in modo dinamico utilizzando i cookie per le finalità specificate solo quando l’utente ha dato il consenso:

  • se concesso, i tag associati funzionano normalmente;
  • se negato, i tag di Google associati distribuiti tramite gtag.js o Google Tag Manager modificano di conseguenza il loro comportamento.

Ad esempio, se un utente non fornisce il consenso per i cookie pubblicitari (e quindi la finalità pubblicitaria è disabilitata), ma accetta i cookie statistici, potrai comunque misurare il comportamento del sito e le conversioni in Google Analytics poiché l’impostazione analytics_storage sarà abilitata.

Con l’introduzione di Consent Mode v2, Google sta migliorando il suo approccio alla gestione dei cookie per annunci e analytics. Questa versione aggiornata, che diventerà obbligatoria da marzo 2024 per i nuovi utenti dell’Area Economica Europea, incorpora due parametri aggiuntivi:

ad_user_data: Questo nuovo parametro indica se un utente ha dato il consenso per inviare i suoi dati a Google a fini pubblicitari. È essenziale per la raccolta di dati utente che informano le strategie di pubblicità mirata.

ad_personalization: Questo parametro determina se può essere abilitata la pubblicità personalizzata, come le campagne di remarketing. Rispetta le scelte degli utenti riguardo agli annunci personalizzati, assumendo valori basati sul consenso concesso o negato tramite il cookie banner del tuo sito.

I parametri iniziali della Consent Mode (analytics_storage & ad_storage) si concentravano sulla raccolta dei dati, mentre i nuovi tag v2 riguardano l’uso e la condivisione dei dati.

In breve, a partire da marzo 2024, Google Consent Mode v2 imporrà la trasmissione di quattro segnali distinti per l’attivazione della pubblicità personalizzata per i nuovi utenti nell’Area Economica Europea. Ciò significa che se il consenso è negato per uno o più parametri, i tag pertinenti adatteranno di conseguenza il loro comportamento o rimarranno completamente bloccati.

Oltre ai tipi di consenso analytics_storage e ad_storage, Privacy Controls and Cookie Solution è in grado di valutare anche i tipi di consenso facoltativi, tra cui:

  • functionality_storage, relativo alla funzionamento del sito web o dell’app (es. impostazioni della lingua, ecc.)
  • personalization_storage, relativo alla personalizzazione (es. video consigliati)
  • security_storage, relativo alla sicurezza (es. funzionalità di autenticazione, prevenzione delle frodi e altri meccanismi di protezione utente).

Google Consent Mode è supportato dai seguenti prodotti:

  • Google Ads (inclusi gli strumenti di tracciamento e remarketing delle conversioni)
  • Google Analytics
  • Floodlight
  • Linker conversioni

Per funzionare, Google Consent Mode richiede gtag.js o Google Tag Manager. Se utilizzi tag meno recenti come ga.js, analytics.js o conversion.js, dovrai prima aggiornarli con gtag.js o Google Tag Manager.

Fai attenzione a non confondere Google Consent Mode con Modalità di Consenso aggiuntivo, una funzionalità che ti permette di raccogliere il consenso per i partner pubblicitari di Google che non fanno ancora parte del Transparency and Consent Framework, ma fanno parte dell’elenco dei fornitori di tecnologia pubblicitaria (Ad Technology Providers, ATP) di Google.

Google Consent Mode può aiutare i proprietari di siti web ad aumentare i profitti dalle pubblicità grazie a una migliore ottimizzazione del targeting e delle offerte per le campagne con Google Ads.

Utilizzando i segnali di consenso forniti da Google Consent Mode, i proprietari di siti web possono fare in modo che gli annunci vengano mostrati solo agli utenti che hanno dato il consenso all’utilizzo dei dati personali per finalità pubblicitarie. Di conseguenza, i proprietari di siti web possono distribuire annunci più pertinenti agli utenti interessati ai loro prodotti o servizi, con tassi di interazione più alti e un ROI migliore per gli inserzionisti.

Ad esempio, supponiamo che il proprietario di un sito web gestisca una campagna di Google Ads per promuovere una nuova linea di scarpe sportive. Con Google Consent Mode, il proprietario del sito web può fare in modo che gli annunci vengano mostrati solo agli utenti che hanno dato il consenso all’utilizzo dei dati personali per finalità pubblicitarie.

Quindi, gli annunci verranno mostrati solo agli utenti interessati alle scarpe sportive e con maggiori probabilità di interagire con l’annuncio.

Sì, iubenda è tra le CMP partner di Google. La nostra CMP, integrata con Google Consent Mode v2 e Google Tag Manager, offre un’implementazione fluida, semplifica la parte tecnica e garantisce la conformità con i requisiti più recenti di Google.

Privacy Controls and Cookie Solution di iubenda è stata progettata per gestire il consenso ai cookie su un sito web o un’app e consente di adattare il comportamento dei tag di Google in base allo stato di consenso degli utenti, in particolare in relazione ai cookie pubblicitari e statistici.

🔎

Vuoi sapere se Google Consent Mode v2 è attiva sul tuo sito?


➡️ Scoprilo subito con il nostro Domain Scanner

Per controllare se Consent Mode è attiva, inserisci l’URL del tuo sito web e riceverai i risultati direttamente via e-mail.

Google Consent Mode v2 semplifica ulteriormente la gestione dei cookie per finalità pubblicitarie e statistiche. Quest’ultima versione elimina la necessità di correggere il codice grazie a un approccio ancora più intuitivo per garantire la compliance e ottimizzare l’esperienza utente.

Per implementare correttamente Google Consent Mode v2 con iubenda, gestire in modo efficiente i cookie e ottenere il consenso degli utenti per le finalità pubblicitarie e statistiche, hai diverse opzioni:

Sei un utente con configurazioni esistenti (utente legacy)? 👉 Scopri i passaggi da seguire qui

1. Blocco automatico [metodo preferito]

Il metodo preferito per implementare Google Consent Mode v2 è la funzione di blocco automatico (abilitata per impostazione predefinita), che attiverà e gestirà automaticamente Google Consent Mode sugli script relativi ai servizi di Google senza richiedere ulteriori azioni.

Con questo metodo, il blocco automatico imposta gli stati di consenso predefiniti, mentre Privacy Controls and Cookie Solution interagisce con Consent Mode per attivare o disattivare i servizi di Google a seconda del consenso utente.

❗️Nota: nelle nuove installazioni di Privacy Controls and Cookie Solution, il blocco automatico è abilitato per impostazione predefinita. Quindi le caselle di controllo “Non bloccare i servizi di Google che aderiscono a Consent Mode” e “Non bloccare vendor che aderiscono al TCF quando il TCF è attivato” sono già selezionate.

Per abilitare o disabilitare il blocco automatico, oppure se non implementato, segui questi passaggi:

Una volta selezionato il sito/progetto nella “Dashboard”, puoi configurare o modificare il blocco automatico cliccando sull’icona delle impostazioni situata nel pannello delle informazioni del sito:

icona del blocco automatico per Google Consent Mode v2

Nella sezione delle informazioni del sito “Blocco preventivo degli script” sotto “Blocco automatico” puoi trovare queste due caselle di controllo:

✅ Non bloccare i vendor che aderiscono al TCF quando il TCF è attivato:

Quando il TCF è attivato, la pubblicazione degli annunci dipende dalla stringa per il consenso TCF che rispecchia le scelte dell’utente. Consigliamo di non bloccare questi vendor con il blocco automatico per assicurare prestazioni ottimali del sito e la visualizzazione ininterrotta degli annunci.

✅ Non bloccare i servizi di Google che aderiscono a Consent Mode:

Quando questa opzione è abilitata, Privacy Controls and Cookie Solution imposterà automaticamente lo stato di consenso predefinito per i servizi di Google, con la possibilità di gestirli direttamente tramite “Consent Mode” senza ulteriori azioni.

caselle di controllo per Google Consent Mode

2. Metodo per gli utenti con configurazioni esistenti [utenti legacy]:

Gli utenti che hanno già integrato le nostre soluzioni (detti “utenti legacy”) devono solo aggiornare il codice.

Copia e incolla il nuovo codice di iubenda per sostituire il codice esistente sul tuo sito.

Per fare ciò, una volta selezionato il sito/progetto nella “Dashboard”, fai clic su Integra:

opzione per integrare il codice

Copia e inserisci questo nuovo script nella sezione <head> dell’HTML del tuo sito web come primo elemento per assicurarti che le funzioni di gestione dei consensi vengano caricate prima degli altri script, e il gioco è fatto!

opzione per copiare e incollare il codice

In questo modo, la nostra Privacy Controls and Cookie Solution imposterà automaticamente lo stato di consenso predefinito per i servizi Google, con la possibilità di gestirli direttamente tramite Consent Mode senza ulteriori azioni.

3. Google Tag Manager

Google Tag Manager (GTM) consente di utilizzare modelli già configurati per l’installazione di GTM per semplificare la configurazione dei tag. Il modello di Privacy Controls and Cookie Solution di iubenda è incluso nell’elenco dei modelli CMP in evidenza della community di GTM.

Utilizzando il modello per Google Tag Manager, puoi gestire automaticamente Google Consent Mode v2 (GCM) per i tag compatibili in via nativa con Google Consent Mode, come Google Analytics, AdSense, Floodlight e Linker conversioni. Attualmente, il modello consente di gestire il consenso preventivo per i tag HTML personalizzati utilizzando i controlli del consenso aggiuntivi in pochi semplici passaggi.

💡 Per maggiori informazioni sull’integrazione di Google Consent Mode con Privacy Controls and Cookie Solution di iubenda, consulta la nostra guida qui.

Come rispettare la revoca del consenso per gli utenti negli Stati Uniti

Se abiliti l’opzione per le leggi USA nel configuratore di Privacy Controls and Cookie Solution, i consensi per tutte le finalità di GCM verranno impostati in via predefinita su “granted” per gli utenti negli Stati Uniti.

Nota: se hai sottoscritto un piano gratuito, devi disabilitare l’opzione GDPR e applicare solo quella per le leggi USA nel configuratore. Se invece vuoi applicare l’opzione del GDPR per gli utenti nell’Unione europea e quella delle leggi USA per gli utenti negli Stati Uniti, allora devi avere almeno un piano Advanced.

Quando un utente revoca il consenso per una finalità specifica ai sensi delle leggi statunitensi, le impostazioni per “ad_storage” e “analytics_storage” verranno modificate di conseguenza.

In particolare:

ad_storage” è “granted” quando l’utente non ha negato il consenso (opt-out) per nessuna delle seguenti finalità previste dalle leggi statunitensi in materia di privacy (US Privacy Rights, USPR) oppure quando tali finalità non sono pertinenti (es. le leggi USPR non si applicano):

  • Vendita dei dati personali
  • Condivisione dei dati personali
  • Trattamento dei dati personali a fini di pubblicità mirata

analytics_storage” viene impostato su “granted” quando l’utente non ha negato il consenso per la finalità di vendita dei dati personali oppure quando tale finalità non è pertinente (es. le leggi USPR non si applicano).

Attiva più funzionalità con un semplice clic 👉 Passa subito al piano Advanced!

Applica l’opzione per le leggi USA solo per gli utenti negli Stati Uniti e sfrutta appieno le funzionalità di iubenda.

Attiva il piano Advanced →

Consulta anche